Home / Articoli E-commerce / Greys Roving cool bags Large
breys_roving_bags

Greys Roving cool bags Large

Greys Roving cool bags Large

Le nostre esche da oggi non avranno più problemi con il caldo o le intemperie!

sam_1353

La borsa termica porta esche Greys Roving cool bags è dotata di un rivestimento interno termico capace di non far alterare le nostre boiles, pellet, sacchetti di pastura, ecc..

Realizzata nel classico colore verde militare, è dotata di un’ampio comparto interno dove riporre le nostre esche; sul coperchio una tasca trasparente con chiusura tramite una cerniera stagna trovano posto i sacchettini o retine in pva da utilizzare.

sam_1362  sam_1363

Due ampie tasche laterali nel quali alloggiare accessori come il bait crusher o i segnalini da marker; un’ampia tasca frontale può alloggiare un scatola Greys Klip-lok taclebase compact nel caso volessimo avere con noi anche la minuteria in un’unica borsa, oppure fionde e accessori vari. Nel vano anteriore troviamo anche 9 tasche in rete ed una tasca con chiusura tramite strap per riporvi documenti o altro.

sam_1358 sam_1361sam_1357

Completa la dotazione due maniglie sulla parte superiore, tenute assieme da una vascia in velcro ed uno spallaccio imbottito per il trasporto. Le cerniere sono sovradimensionate e dotate di due cursori per ognuna di essa.

sam_1356  sam_1364

Misure: 60x34x34 cm la versione large. (53x30x28 la versione compact)

Roving cool bags, per l’angler che cura i dettagli!

Matteo Facchin

 

Riguardo a Matteo Facchin

Matteo Facchin
Classe 1985, Matteo inizia a muovere i primi passi nel mondo della pesca in tenera età, iniziando con una canna fissa di quattro metri a frequentare i piccoli canaletti della sua zona. Vicentino di nascita ed amante della pesca a 360°, con l'adolescenza inizia a scoprire i fiumi che lo circondano: armato di bolognese e bigattini al collo insidia cavedani, barbi e gardon. Un giorno per caso acquista il suo primo pasturatore ( che custodisce ancora) ed inizia un nuovo amore: il ledgering. Il passo verso il totale assorbimento per questa tecnica fu breve: dai cavedani in assetto light alle carpe in fiume il passo è stato breve! La ricerca mirata verso il grosso esemplare sono il suo cruccio: dai cavedani invernali, ai barbi del fiume Po in assetto specialistico, alle carpe di fiume, la selezione della taglia è il suo modus operandi! Pratica anche il carpfishing, ma in modo non comune: erbai e legnaie sono le mete principali, spesso e volentieri in assetto "stalking". Ogni tanto non disdegna di pescare con il galleggiante alla ricerca dei pesci in superficie, soprattutto nei mesi più caldi. Socio del club LBF ITALIA (ledgering & barbel fishing italia) ed uno dei fondatori della sede periferica Bassopo, è un fermo sostenitore del catch & release e della tutela ambientale. Dal 2014 collabora con un'azienda di pesca (Pure Fishing) per la quale segue la parte dedicata al feeder e specialist; nello stesso anno entra a far parte del team Pagliarini per le medesime tecniche di pesca. Articolista per Ledgering & Specialist, presta la sua faccia alla carta patinata per più di qualche rivista e filmato.

Guarda Anche

monofili e trecce

Caratteristiche Monofili & Trecce

Caratteristiche Monofili & Trecce Sei un principiante e vuoi sapere di più sulle caratteristiche principali …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *