Home / Feeder & Ledgering / Nassa SI – Nassa NO – Keepnet Korum – Pro e Contro!!

Nassa SI – Nassa NO – Keepnet Korum – Pro e Contro!!

L’uso della nassa non è sempre strettamente necessario. Nel mio caso, a volte, la uso per esigenze editoriali, ovvero per avere le foto necessarie al confezionamento degli articoli.

In altri casi l’uso della nassa è legato alla morfologia dello spot di pesca, ci sono zone con una morfologia tale che, se liberiamo subito il pesce preso, rischiamo di mettere in allarme l’altro pesce in pastura e non vedere una coda per ore. In linea di massima cerco di non usarla, meno peso da portarmi dietro e soprattutto niente odore di rete bagnata in macchina, a tutto vantaggio della pace in famiglia e dei rapporti con la consorte. Ultimamente anche mio figlio sopporta poco l’odore di nassa in macchina, effettivamente portare la fidanzata in gita con un forte odore di arbre magique alla brema non è il massimo della vita. Battute a parte la nassa costituisce un prolungamento dello stress per il pesce ma, se proprio dobbiamo e per le ragioni di cui sopra, tanto vale mettere in atto alcuni piccoli accorgimenti per limitare al massimo i disagi della momentanea prigionia per i nostri cari pinnati. Punto principale le dimensioni, usare nasse troppo piccole in relazione al numero e alla taglia dei pesci rischia di fare danni gravissimi agli stessi. I rischi principali sono l’asfissia e lo schiacciamento. E’ fondamentale usare nasse molto lunghe e soprattutto ben posizionate, una nassa di 4 metri è inutile se poi in acqua c’è solo l’ultimo anello. Da anni preferisco le nasse a sezione rettangolare, in corrente non si attorcigliano, sono sempre di dimensioni generose con bocche ben dimensionate, e possono essere sistemate anche in condizioni di corrente sfavorevole. A proposito di corrente non dimentichiamo che, in poca acqua e molta corrente, la nassa va picchettata anche sul fondo in modo da tenere la posizione completamente stesa ed evitare lo schiacciamento di cui sopra. Per ultimo massima attenzione anche al materiale e alla trama della maglia, ci sono ancora nasse in nylon annodato, un perfetto desquamatore per il pesce bianco o trame che sono sempre degli ottimi appigli per i raggi rostrati di alcuni pesci, vedi carpe, carassi e channel. Korum produce un unico modello di nassa, il 3M Keepnet, certificata “safety fish” dalla trama fitta senza nodi in rilievo. La sezione è rettangolare, con ben nove “anelli” di plastica rigida di rinforzo compreso il fondo e la bocca che ha una misura di 50×40 cm. Il tessuto, ad asciugatura rapida, è morbido ma estremamente robusto e permette il ricovero anche di pesci di grossa dimensione e peso come le carpe, unica accortezza se pensate di arrivare a pesi importanti sistemate due nasse, e dividete le catture per mole e specie. Per ultimo, molto pratico il sistema di fissaggio che consente, tramite un pratico bottone di blocco, di settare l’angolazione della bocca con un angolo variabile di oltre 90°.

Sergio Farina

Riguardo a Editore

Editore

Guarda Anche

Istruzioni per l’uso: la pesatura.

Ci sono pulsioni alle quali non ci si può assolutamente sottrarre. Rimanendo nell’ambito strettamente piscatorio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *